Friday, February 13, 2009

Campi

Campi
rossi bianchi gialli
trame tessute
dalla mano ruvida
terra amara
avara
ostile
amata
tra i muretti
campi
casolari
brughiere
ginestre gialle
campi ulivi fichi
profumo di fieno
doline
erba al sole
venti irrompenti
odore di donne
campi
sforzo quotidiano
pena amore gioia
pane e vino
canto felice
campi istriani
dei miei piedi scalzi

Romano Farina
Scrittore e poeta istriano.

2 comments:

Dario said...

Bella poesia!
Restituisce i colori e gli odori dell'Istria in primavera.
L'avevo letta molti anni fa come introduzione a "ITINERARI ISTRIANI", una delle mie guide essenziali attraverso l'Istria.

Ti consiglio anche "VENTO di TERRA" di Paolo Rumiz.

Bolina Stretta said...

Itinerari Istriani e' nella mia bilbioteca personale, assieme a Rumiz, Tomizza, Sgorlon, e pochi altri che sono parte di un patrimonio culturale delle nostre terre e culture, in via di estinzione. Poi, c'e' anche il fatto che Romano Farina, e' mio zio.